martedì 3 maggio 2011

SAL Tamburo: l'epilogo.


Stesso schema, stavolta in verde. L'esecuzione e l'assemblaggio dovevano risultare piu' semplici della prima volta. L'esperienza insegna, no?
No. stesse difficolta' e stessi errori. Non sono per niente soddisfatta, e non ditemi che sono ipercritica.
Se mi sforzo di cercare gli aspetti positivi posso dire che amo i colori che ho scelto e anche l'imbottitura ikea, che mi ha dato meno problemi di quella dell'altro drum... ma le curve.... tacci sua, ancora non ho imparato a farle..

Tempo di esecuzione: 4 nanne



4 commenti:

Claudia-Piccipocci ha detto...

..io non l odico.. l'hia deto tu ^_ì
dico solo che me gustaaaaa
Clo

PuntiniPuntini ha detto...

Oh senti... è vero, fa schifo e devi esercitarti ancora, quindi fai una cosa, ficcalo in una busta e spediscimelo che ci penso io a smaltirlo, e tu rifallo :-PPPP

Paola.

(belli davvero questi colori!)

mariaerba ha detto...

QUanto sei intransigente....
le curve son proprio antipatiche da cucire ;(
baci
Maria

Elisabetta ha detto...

Dai infondo i drum sono belli per questo...se fossero perfeti e regolari perderebbero la loro unicità, no?!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...